Andiamo a Vinnignare - Enzo Amato e Peppe Maggio (Parodia)

Andiamo a Vinnignare ( traduzione Andiamo a vendemmiare) è una divertentissima parodia messa a video da due Marsalesi, della celebre canzone di Fabio Rovazzi, youtuber, che con "Andiamo a Comandare" ha riscosso talmente tanto successo da vincere quest'estate il disco d'oro al Coca Cola Summer Fest.

I protagonisti di questo video, mettono in scena uno spezzone di vita vera, le reali difficoltà che i coltivatori di vite si ritrovano ad affrontare ogni anno, quando giunge il momento di raccogliere l'uva, che viene appunto chiamato Vendemmia. Il vino è una grande fonte di reddito per chi come loro si occupa di coltivazioni d'uva, quindi la vendemmia diventa un vero e proprio rito, fondamentale, che se non fatto ad una precisa maturità dell'uva e in un determinato periodo (di solito tra Agosto e Settembre), la riuscita e la qualità del raccolto potrebbe essere compromesso.

Molti contadini quando non hanno la possibilità di farsi il vino in modo autonomo, e quando le quantità del raccolto non sono abbondanti, portano l'uva alla "Cantina Sociale" (a cui pagano uno quota d'associazione annuale), che si occupa di metterla insieme, trasformarla in vino, e poi venderlo nella stessa cantina senza un marchio specifico o a terze aziende vinicole che l'imbottigliano e lo rimettono sul mercato con il proprio marchio. Dopo la vendita ne distribuisce il ricavato ai soci in base alla quantità confluita da ognuno di loro ed al grado zuccherino dell'uva che più è alto più è pregiata.

Come dicono Enzo Amato e Peppe Maggio ideatori di questo filmato, tra operai, cantina, e impiego di macchinari che se non possiedi devi noleggiare, a volte le spese sono così alte che il guadagno è quasi inesistente tanto che si preferisce quindi non vendemmiare, lasciando il frutto attaccato alla vite, evitando così di doverci pure rimettere. Questo tipo di situazione è molto comune soprattutto in Sicilia, dove per ovviare al problema delle perdite, molti viticoltori hanno rinunciarto alla coltivazione nel proprio terreno mettendo in vendita il proprio "Catastino", che altro non è che il permesso comunale di poter piantare un numero specifico di piante di vite in un determinato terreno.

Autore Star
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!