Il tuffo VIRALE olimpionico di Fabio

Nella bella Sicilia, in un'estate soleggiata Fabio si cinge a fare un bel tuffo nello splendido mare cristallino dalla sua barca. Lo stile è insuperabile, leggero, flessibile.

La giornata è splendida soleggiata e il mare è calmo e ideale per fare tuffi leggiadri e divertenti. Dalla sue leggerezza scaturisce uno possente slancio in alto con la muscolatura che si contrae e poi rilascia con una spinta di energia incredibile. Già dal primo slancio si accendono le sirene dall'allarme, si avvisano tutti i pesci nell'arco di 300 chilometri, si fanno evacquare tutte le sirene, i pescherecci, i pescatori. Tutti pronti per la fuga: allarme, allame sta per tuffarsi Fabio!!

Improvvisamente le forze dell'ordine accorrono, ma sembra che sia troppo tardi, Fabio è già in area con leggiadria, lo slancio è di quelli inarrestabili, orami ci vorrebbe una gru per fermarlo e tenerlo sollevato dall'acqua. Inutili i richiami: Fabio, Fabio! Oramai il danno sta per compiersi e il mare cristallino della Sicilia sta oramai diventando un ricordo lontano e sta lasciando spazio al nucleare, perchè il botto solleverà tanta di quella terra, sabbia e fango che il danno sarà equivalente ad una vera bomba nuclere.

Nel video potrai notare che non appena Fabio tocca con la punta delle dita l'acqua, tutto esplode in un fragore incredibile. Inutili, seppur rapidi, i soccorsi e le serine. Addio spelndido mare della Sicilia.

Autore progettosito
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!