Nonna Paracadutista perde la dentiera in volo

I primi paracadutisti sorgono negli anni del Primo Conflitto Mondiale; da qui in poi, altri hanno voluto lanciarsi in questa esperienza. Il paracadute è uno strumento a cui, con apposite cinghie, si aggancia un oggetto o un corpo umano per garantirne una caduta sicura e senza danni, e un delicato impatto con il suolo.

Questa informazione alquanto rassicurante viene subito sormontata dall'altezza e dal vuoto, i concetti per antonomasia, per così dire 'macroscopici', a cui tutti fanno riferimento pensando al paracadutismo, concetti che, di conseguenza, finiscono per frenare molte persone ad aderire a questo sport. Per farcene una vaga idea basti pensare che la quota minima di apertura di un paracadute è 750 metri, ma nella pratica sportiva del paracadutismo (in inglese 'skydiving' ) si è soliti saltare da una quota tra i 1000 e i 1450 metri con apertura del paracadute intorno ai 900 - 800 metri, quote già tremendamente elevate, soprattutto per chi soffre di vertigini o simili problematiche.

L'immagine del vuoto, e dello spazio aperto, è tuttavia un serbatoio da riempire; ognuno vi inserisce liberamente sensazioni, emozioni, paure. Quasi tutti chiudono gli occhi: chi per meditare, chi per cercare di non pensare.  Sono davvero in pochi, i coraggiosi che decidono di abbandonarsi allo spazio aperto; quanti di voi avrebbero immaginato che tra questi ci fosse anche una simpatica donna anziana?

In questo video, il coraggio della signora è premiato, ma ad un grandissimo prezzo.

Autore Lemuel93
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!