Provano un esperimento in classe, ma il risultato è doloroso

Di sicuro, uno dei migliori metodi per poter insegnare le varie leggi della fisica in ambito scolastico, è quello di adoperare degli strumenti atti a rappresentare al meglio, ciò che gli studiosi in genere enunciano mediante operazioni matematiche che ai più, potrebbero risultare di difficile comprensione.

Ecco che in una scuola americana, hanno pensato bene tramite l'aiuto dell'insegnante, di mettere "in scena" la famosissima terza legge della dinamica: "Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria". Questa enunciazione, scoperta da Isaac Newton, fa parte della Dinamica ovvero una diramazione della fisica, che si occupa dello studio del movimento dei corpi.

Dal soffitto dell'aula, è stata fissata una catena resistente e lunga quasi quanto l'intera altezza della struttura: legata ad essa, vi è una grande palla di colore blu (le classiche che si usano nel gioco del bowling) e pesante al punto di rendere al meglio, ciò che la legge in realtà vuole ricordarci. L'alunno è seduto tranquillamente sulla sedia e la maestra lascia la palla che compie un andamento opposto e successivamente, cambia direzione ritornando nel punto di partenza, sfiorando solamente il viso del ragazzo.

Soddisfatto dell'esperimento, si alza dalla sedia, senza però ricordarsi che, un corpo sospeso e soggetto ad uno sforzo fisico, in realtà non termina immediatamente la sua corsa e infatti, tutto ciò lo prova direttamente sulla propria pelle, prendendosi una sonora pallonata sulle gambe che però, fortunatamente sfocia in una risata collettiva.

Autore nation78
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!