Renzi Rovazzi: la parodia di Maurizio Crozza

In questi giorni subito dopo l'uscita del nuovo tormentone di Fabio Rovazzi "Tutto molto interessante" si sono moltiplicate su YouTube le parodie di questa canzone,  ma la più bella  è stata realizzata dal comico italiano più popolare del moment, Maurizio Crozza.

La sua versione del brano serve per raccontare il momento politico che stiamo vivendo a partire dal risultato del referendum costituzionale del 4 dicembre dove a vincere, ormai lo sanno anche i sassi, è stato il NO con una percentuale assolutamente emblematica, il 60%.

Nello sketch Crozza interpreta Matteo Renzi e ricorda a noi tutti gli annunci fatti durante la campagna elettorale da parte del politico toscano ed ormai ex premier.

Intervenuto in più trasmissioni televisive da gennaio 2016 a oggi il segretario del Pd (questa è l'unica carica che gli è rimasta attualmente) aveva più volte dichiarato che in caso di sconfitta del SI al referendum costituzionale avrebbe lasciato non solo le redini del governo del paese ma anche la vita politica.

"Tutto molto interessante" per citare Rovazzi, se non fosse che nei giorni successivi alla sconfitta il premier è intervenuto durante le assemblee del Pd e su Facebook per dichiarare che questo per lui è un momento di pausa ma che di sicuro si ricandiderà come segretario del Pd, carica dalla quale sicuramente decadrà nel momento in cui sarà fatto il prossimo ed imminente Congresso, e che nel caso vincesse si ri candiderebbe, anzi si candiderebbe per la prima volta, a governare il paese.

Questa cosa ha subito dato spunto al comico di La7 che ha deciso di interpretare la canzone di Rovazzi per fare satira sul comportamento poco coerente di Matteo Renzi.

Da notare che Fabio Rovazzi ha  lasciato intendere qualche giorno fa in una intervista fatta su Radio Deejay nel programma di Linus e Nicola Savino che qualche partito politico si era interessato al suo primo brano "Andiamo a comandare" e gli aveva chiesto di poterlo utilizzare a scopo elettorale; chissà se anche questa seconda canzone dai temi diametralmente opposti a quelli della politica entrerà nelle grazie di qualche leader che magari ha deciso come preciso programma politico di fregarsene dei problemi dei cittadini. Ci auguriamo di no.

Autore poppo2
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!